STORIA

L’azienda Agricola Sant’Andrea nasce nei primi dell’Ottocento a Faenza, cuore della Romagna, per volontà dell’imprenditore Ulisse Archi, capostipite della famiglia. Famiglia che ancora oggi, dopo più di due secoli, è titolare dell’azienda agricola.

Al tempo della sua creazione l’azienda contava già circa 100 ettari di terreni,  votati a tre principali tipi di coltivazione: uva da vino, barbabietole da zucchero e grano. Ogni podere, gestito da mezzadri, era poi munito di una stalla che conteneva dai 10 ai 20 capi di bestiame (l’allevamento verrà progressivamente abbandonato dagli anni ’80 del 900).

Fu solo dopo la fine della seconda guerra mondiale che l’ Agricola Sant’Andrea cominciò a dedicarsi alla coltivazione di alberi da frutto, partendo con nettarine e susine, fino ad arrivare a kiwi, albicocche, cachi e, più recentemente, noci.

È con grande orgoglio che ancora oggi dopo due secoli, grazie a passione, impegno ed innovazione, la famiglia Archi mantiene vivi e fertili quegli stessi terreni che furono voluti da Ulisse.

IMG_2814